Da Hannibal a Bacco. No, non stiamo parlando di un ultimo bizzarro capitolo della serie dedicata ad Hannibal Lecter, ma dei nomi degli anticicloni che dall’inizio dell’estate hanno attraversato l’Italia, portando caldo tropicale o precipitazioni torrenziali.

Per la prima volta in Italia è stata introdotta un’abitudine prevalentemente anglosassone, molto diffusa negli USA, nel Regno Unito, in Australia e in Nuova Zelanda, vale a dire quella di dare un nome proprio alle perturbazioni, probabilmente per umanizzarle e renderle meno spaventose. Il fautore di tale novità è stato il meteorologo Antonio Sanò del sito web www.ilmeteo.it, e dopo poco tempo i giornali hanno accolto con favore tale novità, inaugurando le danze. A partire da aprile, ma soprattutto nei mesi più caldi, luglio e agosto, gli italiani hanno sentito parlare sempre più spesso di anticicloni dai nomi improbabili.

In principio fu Hannibal, ad aprile: non si tratta, però, di un riferimento al “Silenzio degli innocenti”, ma del nome di Annibale Barca, condottiero cartaginese che diede qualche problema alle legioni romane durante la seconda guerra punica. A giugno fu la volta di Scipione, un altro condottiero, che sconfisse Annibale nella battaglia di Zama. Dai condottieri, con una buona dose di immaginazione, si è passati alla letteratura: ecco arrivare il temibile Caronte, che prometteva di traghettare gli italiani in un’estate dominata da un caldo infernale. Sempre sul filone letterario, a luglio è arrivato Minosse, il quale nella Divina Commedia assegnava il girone alle anime peccatrici. Dalle fiamme dell’inferno siamo poi passati a quelle terrene, con il nuovo anticiclone di agosto, Nerone, dal nome dell’imperatore che avrebbe causato l’incendio di Roma. Sempre un imperatore, ma senza collegamenti con fiamme reali o infernali è stato l’anticiclone erede di Nerone, cioè Caligola, nome scelto probabilmente per continuità con il precedente e per assonanza con “canicola”. Da qui un altro salto all’inferno con Lucifero, che non ha bisogno di presentazioni, per poi concludere agosto in compagnia di Poppea, che ha riversato piogge torrenziali sul Bel Paese. Estate terminata? Non temete, italiani: a partire dal fine settimana arriverà Bacco, per regalarci una nuova estate settembrina.

Elena Imberti

image_pdfimage_print
Call Now ButtonPomożemy w tłumaczeniu.Zadzwoń
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
LinkedIn
Share
Instagram
RSS